La Storia e la Genealogia

La Storia e la Genealogia che andremo a ricostruire è basata su nozioni storiche e leggende, con date incerte e a volte contraddittorie con altre fonti. Questo accade in quanto molte notizie sono andate perse e talvolta sicuramente manipolate. Comunque quella qui esposta è il risultato di molte comparazioni ma soprattutto di notizie che provengono direttamente da tradizioni scritte. E’ chiaro che man mano che ci avviciniamo ai giorni nostri le notizie divengono sempre più attendibili che facilmente riscontrabili. Il TANG LANG QUAN (boxe mantide religiosa) è uno dei quattro stili più famosi della Cina del nord e negli ultimi vent’anni si è diffuso in tutto il Mondo.

Oggi si contano più di 13 stili di Tang Lang Quan 螳 螂 拳, ma i più antichi e completi sono:

QI XING 七 星 – sette stelle

LIU HE 六 合 – sei armonie

MEI HUA 梅 花 – fior di prugno

TAIJI 太 极 –estrema

Dei quattro stili quello che gode di più popolarità è senza dubbio il QI XING TANG LANG (mantide religiosa sette stelle).

Altri stili sono per esempio il TAIJI MEI HUA TANG LANG, nato dall’unione dei due stili appunto Mei Hua e Taiji) e il kung-fu della mantide religiosa dell’anatra mandarina YUAN YANG QUAN (nato sicuramente da un maestro esperto di kung-fu dell’anatra mandarina che apprese il tang lang quan da Li San Jian, in quanto quello era il periodo storico in cui apparve questo stile. A tutt’oggi questo stile conta lo stesso numero di forme del Qi Xing (33) ed è per molti versi simile ad esso. Infatti, è l’unico stile che ha anche tutte le 7 le forme del gibbone bianco come nel Qi Xing. Molti esperti lo considerano bello e spettacolare ma poco efficace. In Italia non c’è nessun esponente di questo stile.

Quella che segue è la genealogia della Boxe Mantide Religiosa Sette Stelle – Qi Xing Tang Lang Quan – ma ripercorrendo le date dei nostri Antenati vedremo in che modo gli altri stili si sono formati dando origine a versioni molteplici e differenziate di quello che anticamente era solo TANG LANG QUAN

WANG LANG – 1610 / 1710 – L’IDEATORE DELLO STILE
PRIMA GENERAZIONE – SHENG XIAO DAO REN (1712 /1815) 
SECONDA GENERAZIONE – LI SAN JIAN (1780/1870) 
TERZA GENERAZIONE – WANG RONG SHEN (1828/1920) 
QUARTA GENERAZIONE – FAN XU DONG (1830/1925) 
QUINTA GENERAZIONE – LIN JING SHAN (1885/1971) 
SESTA GENERAZIONE – HU RONG FU (1887/1973) 
SETTIMA GENERAZIONE – LI ZHAN YUAN (1901/1992) 
OTTAVA GENERAZIONE – CHEN LE PING (1955) 

WANG LANG – 1610 / 1710 – L’IDEATORE DELLO STILE

WANG LANGL’ ideatore di questo stile fu il monaco Shaolin Wang Lang. Nato nel 1610 e morto nel 1710 nel Monastero HUA YAN SI, tra le montagne LAOSHAN, sulla costa nord orientale cinese che si affaccia sull’oceano Pacifico, vicino alla stupenda città di Qingdao che oggi conta piu di 12.000.000 di abitanti. In questo monastero nel 1660 il monaco Wang Lang (conosciuto anche con il nome Yu Qi) creò il Tang Lang Quan. Quest’uomo, prima di diventare monaco Shaolin, era già un esperto spadaccino. Grande cultore di kung fu costretto a viaggiare e a sfuggir ai Manchu (intorno al 1640) visitò e attraversò numerose località della Cina, studiando e imparando vari stili di kung fu da Maestri diversi che in qualche modo avevano dimostrato di avere conoscenze tecniche a lui sconosciute.

La storia e la leggenda ci trasmettono che gli stili che Wang Lang studiò durante i suoi viaggi furono diciotto; essi sono elencati nel seguente cantico:

 1太祖长拳起首 TAI ZU CHANG QUAN QI SHOU

la boxe lunga di Tai Zu per cominciare

2 韩通的统背为母 HAN TONG DE TONG BEI WEI MU

le spalle comunicanti del M. Han Tong per una buona causa

3 郑恩的缠封尤妙 ZHENG EN DE CHAN FENG YOU MIAO

l’avvolgere e il sigillare del M. Zheng En particolarmente ingegnosi

4 温元的短拳更奇 WEN YUAN DE DUAN QUAN GENG QI

la boxe corta del M. Wen Yuan é ancora più meravigliosa

5 马籍的短打最奇 MA JI DE DUAN DA ZUI QI

i colpi corti del M. Ma Ji i più meravigliosi

6 孙恒的猴拳且盛 SUN HENG DE HOU QUAN QIE SHENG

la boxe della scimmia del M. Sun Heng è perfino imponente

7 黄粘的靠身难近 HUANG NIAN DE KAO SHEN NAN JIN

il corpo che si appoggia del M. Huang Nian è difficile da avvicinare

8 皱张的面掌飞疾 ZHOU ZHANG DE MIAN ZHANG FEI JI

i palmi rovesci del M. Zhou Zhang volteggiano freneticamente

9 怀德的摔捋硬崩 HUAI DE DE SHUAI LU YING BENG

spezzare, proiettare e travolgere duramente del M. Huai De

10 刘兴的抅搂採手 LIU XING DE GOU LOU CAI SHOU

le mani che agganciano, acchiappano e strattonano del M. Liu Xing

11 谭方的滚漏贯耳 TAN FANG DE GUN LOU GUAN ER

il rotolare ed espandere del M. Tan Fang di fama strepitosa

12 燕青的粘拿迭法 YAN QING DE ZHAN NA DIE FA

incollare e prendere tecnica repentina del M. Yan Qing

13 林冲的鸳鸯脚踢强 LIN CHONG DE YUAN YANG JIAO TI QIANG

i piedi dell’anatra mandarina calciano forte del M. Lin Chong

14 孟苏的七势连拳 MENG SU DE QI SHI LIAN QUAN

boxe delle 7 potenze concatenatedel M. Meng Su

15 崔连的窝里剖捶 CUI LIAN DE WO LI POU CHUI

i colpi che squarciano le cavità anatomiche del M. Cui Lian

16 杨滚的棍採直入 YANG GUN DE GUN CAI ZHI RU

boxe che strattona bastona ed entra diritto del M. Yang Gun

17 金相的磕手通拳 JIN XIANG DE KE SHOU TONG QUAN

boxe delle mani che liberano e picchiano del Maestro Jin Xiang

18 少林罗汉拳为盛和王朗螳螂拳总敌 WANG LANG SHAOLIN LUOHAN QUAN WEICHENG HE TANGLANG QUAN ZONGDI

la boxe shaolin luohan per completare e la boxe mantide religiosa di wang lang sempre presente

Wang Lang ebbe così modo di arricchire la sua maestria. Quando intraprese lo studio delle caratteristiche motorie e di combattimento della mantide religiosa e del Gibbone Bianco il Tang Lang Quan divenne uno degli stili di kung-fu più completi ed efficaci al mondo. Wang, infatti, dapprima iniziò ad interpretare le azioni del piccolo insetto e codificò una serie di movimenti dai quali estrasse le 12 chiavi, gli 8 metodi rigidi, i 12 metodi flessibili, , le 7 tecniche lunghe e le 8 corte. Ciò ha condotto allo sviluppo dello stile della mantide religiosa delle sette stelle, che oggi conosciamo, con movimenti forti e veloci come quelli di una mantide. Wang Lang fu soddisfatto del suo nuovo stile che oltre ai movimenti della mantide racchiudeva anche le migliori tecniche apprese negli anni di pellegrinaggio. Ma ben presto si accorse che la grande velocità delle braccia era penalizzata dalla staticità della posizione, gli spostamenti erano praticamente inesistenti, ed inadatti al nuovo stile. La leggenda vuole che Wang trovò la soluzione osservando dei gibboni che giocavano. Unì il lavoro di gambe del gibbone bianco (BAI YUAN) ai movimenti della mano della mantide; la velocità delle mani dell’insetto e l’elasticità degli spostamenti della scimmia.

Va specificato che Wang Lang codificò una sola forma: Beng Bu “passi come frana” che da sola racchiudeva una grande quantità di principi strategie di attacco e difesa.

Come tutte le arti cinesi, però, esse si trasmettevano da maestro a discepolo, e assolutamente l’arte veniva custodita gelosamente e protetta da gente incompetente o che ne avrebbe fatto uso improprio. I successori di Wang Lang arricchirono e soprattutto perfezionarono questo stile creando una vera e propria genealogia di Maestri. La trasmissione dell’arte era fatta con il duro lavoro psicofisico ma anche con dei libri scritti a mano dove venivano riportate tutte le tecniche e i principi teorici, ancora oggi esistenti grazie al lavoro di trascrizione che viene effettuato generazione per generazione.

Quando Wang Lang lasciò il tempio di Laoshan il suo miglior allievo era HONG WEN, un monaco del tempio, il quale dopo vari anni aveva come miglior allievo un altro monaco chiamato LI SOU e questi due monaci praticanti di Qi Xing Tang Lang Quan fecero sì che fino al 1700 quest’arte non uscisse affatto dal tempio. Ecco perché in molte genealogie dopo Wang Lang leggiamo Sheng Xiao Dao Ren, ma in realtà, va specificato che il monaco Taoista Sheng non ha mai conosciuto Wang Lang.

Hong Wen

Hong Wen

Li Sou

Li Sou

 

SHENG XIAO DAO REN (1712 /1815) PRIMA GENERAZIONE

noto anche come Li Bing Xiao o Sing Sil Tao Yen

Sheng Xiao Dao Ren

Sheng Xiao Dao Ren

Quando Wang Lang abbandonò il tempio di Laoshan, per alcune generazioni il metodo della Mantide Religiosa fu insegnato solamente ai monaci all’interno del monastero. L’arrivo al tempio di un Maestro taoista chiamato appunto Sheng Xiao Dao Ren, esperto in alchimia, segnò l’inizio dell’insegnamento dello stile al di fuori del tempio.

Sheng Xiao Dao Ren visse nel tempio dieci anni per apprendere e padroneggiare lo stile. Poi lasciò il tempio.

Diventato vecchio, decise di stabilirsi nel tempio del Drago Verde, che confinava con le provincie dello Shanxi e dello Shandong. Nessuno conosceva il Tang Lang eccetto lui ed un gruppo di monaci che aveva lasciato a Laoshan, i quali non avevano nessuna intenzione di diffondere lo stile.

Secondo la tradizione le forme che Sheng apprese nel tempio furono:

1. BENG BU – “passi come frana” codificata da Wang Lang

2. SHE BA SOU – “boxe dei 18 signori” codificata da Hong Wen e Li Sou

3. ROU LING – “Boxe abile e flessibile” codificata da Hong Wen e Li Sou

4. TANG LANG BU CHAN – “la mantide cattura la cicala” codificata da Hong Wen e Li Sou

Le notizie giunte sino a noi ci dicono che Sheng Xiao codificò altre due forme:

5. DUO GANG – “evitare la forza”

6. LAN JIE – “ Bloccare e Tagliare” (oggi presente anche nella mantide mei hua e taiji)

Quindi in totale alla sua epoca le forme del Tang Lang Quan erano sei.

Sheng Xiao pensò che non era giusto portare con sé nella tomba questo incredibile patrimonio marziale, ma che, senza ombra di dubbio, era necessario trasmetterlo alle altre generazioni. Decise quindi di trovare qualcuno per trasmettergli la sua conoscenza.

La sua ricerca non fu facile, soprattutto perché il tempio non era facilmente accessibile agli esseri umani. Un giorno arrivò al tempio un gruppo di uomini. Uno di loro era il giovane confuciano LI SAN JIAN. Fu lui che, successivamente, diventando dapprima allievo di Sheng Xiao Dao Ren e poi suo successore, fece si che lo stile giungesse fino a noi.

Va sottolineato, però, che dalla generazione di Sheng Xiao in poi, si creano alcune divisioni con la nascita di altre forme di Tang Lang quali le già citate Mei Hua Tang Lang (mantide fior di prugno) e Taiji Tang Lang (mantide estrema). Infatti, Li Bin Xiao (altro nome di Shen Xiao Dao Ren) ebbe anche altri allievi oltre a Li San Jian, e questi diedero vita ad altri tronconi genealogici di Tang Lang. Uno di questi fu il Maestro ZHAO ZHI LU. Dal suo successore, denominato LIANG XUE XIANG, vennero fuori due grossi tronconi:

  1. Mei Hua Tang Lang Quan – mantide religiosa del fiore di prugno, composto tutt’oggi da 15 forme a mano nuda; stile molto bello con calci alti e movimenti ampi e spettacolari.
  2. Taiji Tang Lang – mantide religiosa estrema, appunto caratterizzata dal fatto che estremizza moltissimo tutti i movimenti.

Divenne allievo più esperto di Liang Xue Xiang il Maestro JIANG HUALONG che quando intraprese lo studio del Tang Lang era già insegnante di Mei Hua Quan (Boxe del Fiore di Prugno); Jiang Hualong però era analfabeta e questo particolare gli costò moltissimo agli occhi del suo Maestro Liang. Infatti Jiang Hualong aveva un amico e allievo di nome SONG ZI DE, già esperto di Hou Quan (Boxe della Scimmia); questi, al contrario era calligrafo e studioso, e ben presto conquistò la fiducia diretta del Maestro Liang Xue Xiang, il quale donò a lui i libri di famiglia per poter essere studiati più approfonditamente e ricopiarli per i posteri. L’accordo, ovviamente era che avrebbe trasmesso tutte le informazioni anche al suo primo Maestro Jiang Hualong.

Ben presto si giunse a una inevitabile rottura. Il Maestro Jiang aveva un altro allievo di nome HAO LIAN RU il quale vide che la mantide che faceva Song Zi De era diversa da quella praticata dal suo M° Jiang Hualong. Iniziarono i primi dubbi; sia Jiang Hualong che Hao Lian Ru cominciarono a sospettare che Song Zi De, forse alcune informazioni se le teneva per se e che particolari importanti venivano omessi nel trasferire al M° Jiang quanto scritto sui Libri di Famiglia.

A causa di queste incomprensioni e invidie Jiang Hualong e il suo allievo Hao Lian Ru si staccarono dalla Scuola di Song Zi De.

Entrambe le Scuole però, per differenziarsi l’una dall’altra, aggiunsero al Tang Lang le caratteristiche del loro primo stile.

Il M° Jiang Hualong aggiunse al suo Tang Lang alcune caratteristiche del Mei Hua Quan e venne fuori il Mei Hua Tang Lang; la principale caratteristica del Mei Hua Tang Lang è costituita dalle forme Zhai Yao – Le Forme Che Sommano Il Meglio.

Il M° SONG ZI DE, al contrario, esperto della Boxe Della Scimmia (Hou Quan) aggiunse le caratteristiche di questo stile al suo Tang Lang; aggiunse, quindi, aggressività e movimenti pesanti estremizzandola al massimo, da qui il nome Taiji Tang Lang (Mantide Estrema). Questo stile oggi è composto da 13 FORME a mani nude e la sua principale caratteristica sono le forme Ba Zhou (Otto Gomitate).

LI SAN JIAN (1780/1870) SECONDA GENERAZIONE

noto anche come Lee San Chin – Li Kwai Shou – Li Zhi Jian

Nacque nella zona di Haiyang, nel villaggio Li Jia nella provincia dello Shandong; visse tra la fine del 1700 e gli inizi del 1800.Quando conobbe Sheng Xiao, Li San Jian era gia un’espero di QI XING QUAN, quindi da lui in poi si può parlare di Mantide Religiosa Sette Stelle. All’età di 60 anni decise di viaggiare e cercare un valido erede dello stile. Quando Lee arrivò nel Fushan decise di insegnare lo stile, e lo fece con soli tre allievi, uno dei quali era, Wang Yong Chun conosciuto anche come Wang Rong Shen .

WANG RONG SHEN (1828/1920) TERZA GENERAZIONE

noto anche come Wang Yong Chung o Wong Wing Sang

Wang Rong Shen

Nacque nella contea del Fushan, nella provincia dello Shandong. Iniziò a studiare Kung-fu con lo stile Chang Chuen “boxe della lunga ombra”, e Ti Tang Chuan “la boxe delle cadute”. Successore del gran maestro shaolin Bu Bi Yun che seguì dal 1840 al 1852 e di altri due maestri di Shaolin Chan Quan. La leggenda racconta che un giorno, Li San Jian, andò nel Fushan perché venne a sapere di un abile combattente della zona. Incontrò il campione locale, che si chiamava appunto Wang Yong Chung, e gli domandò di mostrargli le tecniche che lo avevano reso campione. Dopo l’esibizione Li disse che quelle tecniche non sarebbero state in grado di batterlo.

Wang si arrabbiò per i pregiudizi di Li e lo attaccò pericolosamente andando però sempre a vuoto; Lee sembrava scomparire, Wang attaccò ancora senza successo. Li poté evadere senza il minimo sforzo apparente. Alla fine, Wang realizzò che aveva di fronte una persona con una tecnica considerevole, egli si inchinò umilmente e domandò di essere accettato come allievo. Era l’anno 1856. Wang Yong Chung passò gli anni seguenti a imparare tutto quello che il nuovo Maestro aveva da insegnargli. Wang era nato da una famiglia ricca ed ebbe l’opportunità di praticare molto la sua arte raggiungendo un livello elevatissimo. Non avendo bisogno di denaro, egli non insegnò mai apertamente la sua arte.

Wang Yong Chung fu amico con il maestro Hao Lian Ru del sistema Mei Hua Tang Lang (Tang Lang del Fiore di Prugno). Perciò si suppone che si scambiarono le tecniche della Mantide.

Wang Yong Chung è considerato il fondatore del programma della Mantide sette Stelle oggi conosciuto. Wang Yong Chun o Wang Rong Shen esperto di BAI YUAN QUAN (boxe del gibbone bianco) diede origine nel 1892 al QI XING TANG LANG QUAN (25 forme di Tang Lang, più due di Qi Xing Quan e otto di Shaolin Chan Quan) la cui caratteristica sono proprio le 7 forme del Gibbone Bianco.

Come potete notare il periodo di Wang Yong Chun, Song Zi De e Jian Hualong era pressoché identico. Questi maestri erano coetanei e spesso si addestravano insieme e si scambiavano tra loro le forme dello stile. Wang Rong Shen ebbe modo di imparare sia le forme Ba Zhou che le Zhai Yao (6 forme). Quindi il Kung-fu che arrivò a Fan Xu Dong, generazione successiva, risultò essere completo di tutto ciò che questo troncone marziale poteva offrire. Al contrario Jian Hualong (mei hua tang lang) e Song Zi De (taiji tang lang) appresero solo 2 delle 7 forme del gibbone bianco (bai yuan tou tao – il gibbone bianco ruba la pesca e bai yuan chu dong – il gibbone bianco esce dalla tana).

FAN XU DONG (1830/1925) QUARTA GENERAZIONE

noto anche come Fan Yu Tong

Da qui il Qi Xing Tang Lang Quan diviene di massa. Fan Xu Dong nacque nella contea di Jimo (provincia dello Shandong) nel 1830. Studiò sotto Wang Yong Chung dal 1850 al 1895e raggiunse un’abilità straordinaria. Fu soprannominato il “Re della mantide”. Siccome era un uomo molto grosso (era alto quasi due metri e pesava oltre 120 Kg) era anche conosciuto come “il Gigante con spada ” o “il gigante Fang”. Fan Xu Dong era un profondo conoscitore sia del Qi Gong tipico del suo stile, sia della tecnica Shaolin del “palmo d’acciaio”.

Fan Xu Dong divenne così famoso negli anni intorno al 1875 che era quasi un eroe nazionale. Si racconta che in quel periodo fu invitato in Siberia da un campione russo a partecipare ad un torneo di combattimento; la prima volta fu costretto a rifiutare per mancanza di denaro, poi, in un secondo momento, il club di combattimento di Yantai gli finanziò il viaggio. Negli ambienti marziali dell’epoca si vociferava che Fan Xu Dong era così abile e forte che sconfisse una dozzina di altri candidati tra i quali anche il campione russo; ma in quel contesto tutto fu organizzato privatamente e in modo tale che le sue performance non furono rese note dalle agenzie pubblicitarie locali. Fan Xu Dong scrisse 5 libri sul Kung Fu di Shaolin e sulle influenze che quest’arte ebbe sullo stile della Mantide Religiosa del nord. Questi manoscritti vennero da lui intitolati “l’Autentico Shaolin”. Uno di questi libri trattava l’erboristeria e la farmacopea di Shaolin nonché tutti gli unguenti necessari alla pratica del PAI DA GONG (condizionamento). Un altro riguardava le pratiche del famoso Qi Gong del Tempio Shaolin, che Wang Lang inserì come programma di studio dello stile Tang Lang: “Shi Ba Luo Han Qi Gong” (il Qi Gong Dei 18 Buddha) insieme alla osteopatia e all’agopuntura. Uno era tutto sul QIN NA SHOU (mani che intrappolano e prendono). Gli altri due libri sviluppavano i principi ed i concetti dello stile della Mantide Religiosa del Nord.

Il M° Fang Xu Dong aprì la sua scuola “SI JIE WU GUAN” ed insegnò a moltissimi studenti ma i suoi 5 migliori allievi furono:

1. GUO JIA LU il più esperto e grande di età. Morì molto giovane e non ebbe così modo di crearsi un seguito e una sua scuola.

2. YANG WEI SHIN (188o-1966) uomo dal carattere irruente e scontroso. Infatti, si macchiò più volte di sangue uccidendo vari avversari e giapponesi che all’epoca occupavano alcuni territori della Cina. Nonostante ciò era molto amato dai suoi allievi in quanto la sua scuola esaltava l’aspetto combattivo del kung-fu (Sanda), l’addestramento fisico e il pai da gong (letteralmente battere le mani).

3. LIN JING SHAN (1885-1971, secondo altri 1883-1971) che diventò il migliore, anche perchè fu l’unico a restare tutta la vita con il suo maestro, e per questo fu lui a ereditare la scuola di Fan Xu Dong.

4. LUO GUANG YU esperto del pugno d’acciaio, al quale su invito della Chin Woo Athletic Association fu dato il compito di diffondere il kung- fu di Fan Xu Dong nella Cina del Sud.

5. WANG CHUAN YI nipote di Wang Rong Shen che però all’epoca era anziano e continuò il suo addestramento con gli allievi esperti Li Jing Shan e Yang Wei Xin.Come era solito, e come ancora oggi i Maestri tradizionali fanno, Fan Xu Dong ricopiò a mano i suoi 5 libri e ne fece dono una copia di ognuno a tutti i suoi 5 migliori allievi.

Di questi, gli unici a cui Fan Xu Dong trasmise lo stile completo furono Yang Wei Shin e Lin Jing Shan e aprirono altre scuole in altre città, come TIANJIN e DALIAN.

All’epoca le forme dello stile erano più di 50 in quanto la ferrea lotta con gli altri due tronconi di Tang Lang spingeva ogni singola scuola ad acquisire sempre più forme per rendere il proprio stile più prestigioso. Fortunatamente a partire dalla prossima generazione il Qi Xing Tang Lang quan viene sempre più raffinato e perfezionato aggiornandolo anche secondo i tempi che cambiavano. Non dimentichiamo che Fan Xu Dong così come i suoi predecessori erano anche campioni di Kung-fu Shaolin. Il maestro Fan morì nel 1925.

LIN JING SHAN (1885/1971) QUINTA GENERAZIONE

noto anche come Lin Chin San o Lin Jing Ji

LinJinShan

Lin Jing Shan

Nato il 4 ottobre 1885 nel villaggio di Jiang Tuan, distretto di Lai Yang, provincia dello Shandong. Shifu Lin Jing Shan all’età di quattordici si trasferì a Yantai per trovare lavoro. La scuola di shifu Fan Xu Dong era nella via Ku Yi, molto vicino alla sede di lavoro di Lin Jing Shan. Shifu Lin Jing Shan era molto affascinato dalle arti marziali ma era inoltre troppo povero per permettersi lezioni di gong fu. La storia e la leggenda racconta che Lin osservava segretamente le lezioni di Fan Xu Dong e poi si esercitava alle tecniche viste.  Fan un giorno scoprì Lin Jing Shan che lo spiava. Dopo avere saputo delle sue intenzioni, Shifu Fan Xu Dong gli chiese di mostrargli cosa avesse imparato. Stupito dai movimenti di Lin Jing Shan e dall’esecuzione delle forme Fan lo accettò come suo allievo. Come è solita usanza tra i veri Maestri di kung-fu, gli insegnò gratuitamente in quanto Lin non avrebbe avuto i soldi sufficienti per pagarlo. Era il 1899 e seguirà il maestro Fan fino al 1920.  Shifu Lin Jing Shan era il fratello di allenamento più anziano di Shi Fu Luo Guang Yu (quinta generazione – seconda discendenza). Oltre al Qi Xing Tang Lang Quan, padroneggiava le tecniche di Zhe Zhang (palmo di ferro), Luo Han Gong, la spada, il bastone delle sei combinazioni, la lancia del fiore di prugno e l’alabarda autunno-primavera. Shi Fu Lin Jing Shan ha insegnato a Tian Jin dal 1911 al 1915, ma tornò a Yantai e assunse la direzione della scuola di Fan Xu Dong nello Shandong. Qui rimase ad insegnare fino alla rivoluzione culturale.

LiJinShanquadro

Durante i dieci anni della rivoluzione, Shi Fu Lin Jing Shan tornò nella sua città natia nel Lai Yang dove visse e insegnò fino alla sua morte. Shi Fu Lin Jing Shan è morto nell’ospedale di Jiang Tuan il 1° giugno 1971 all’età di 86 anni. Shi Fu Lin Jing Shan ha avuto tre figli ed uno di loro ha continuato ad insegnare lo stile. Anche YU HAI, l’attore di film di arti marziali famoso in tutto il mondo, ha imparato il kung fu da Li Jing Shan e successivamente ha completato gli studi con Li Zhan Yuan, che vedremo più avanti nella nostra storia. Li Zhan Yuan è il Maestro di She Ye Chen Le Ping, Maestro di Da Shi Fu Angelo D’Aria.

I discendenti di Lin Jing Shan sono:

1 胡荣福  HU RONG FU(胡永福 hu yong fu),
2 邵华亭 SHAO HUA TING,
3 陵华堂 LING HUA TANG,
4 林春生LIN CHUN SHENG (primo figlio del G.M. LIN),
5 林春发 LIN CHUN FA (secondo figlio del G.M. LIN),
6 林尚伟 LIN XIANG WEI (terzo figlio del G.M. LIN),
7 林栋柱 LIN DONG ZHU (figlio di LIN XIANG WEI),
8 王春山 WANG CHUN SHAN,
9 于天程 YU TIAN CHENG,
10 于振海 YU ZHEN HAI,
11 于天路 YU TIAN LU,
12 钟连宝 ZHONG LIAN BAO,
13 王承祥 WANG CHENG XIANG,
14 于仁柱 YU REN ZHU,
15 于海 YU HAI(于天堂 yu tian tang),等等 ecc.ecc.

HU RONG FU (1887/1973) SESTA GENERAZIONE

noto anche come Hu Yong Fu

Hu Yong Fu

Hu Yong Fu

Hu Rong Fu (sotto) e Li Zhan Yuan (sopra)

Hu Rong Fu (sotto) e
Li Zhan Yuan (sopra)

Andando avanti nel nostro racconto arriviamo a Shi Fu Hu Yong Fu meglio conosciuto con il nome Hu Rong Fu.

Due degli allievi di Fan Xu Dong non riuscirono a completare gli studi prima della morte del maestro. Questi erano Xiao Shu Bin (1887-1967) e, per l’appunto, Hu Rong Fu. Proseguirono dunque gli studi sotto la guida dei loro fratelli maggiori: Xiao Shu Bin divenne allievo di Yang Wei Xin mentre Hu Rong Fu continuò prima col suo migliore amico Lin Jing Shan di soli 4 anni più anziano di lui, poi anch’egli con Yang Wei Xin.

Riassumendo, Hu Rong Fu seguì per:

5 anni Fan Xu Dong (dal 1906 al 1911 a Yantai);

8 anni Lin Jing Shan (dal 1912 al 1920 a Yantai);

10 anni Yang Wei Xin (dal 1921 al 1931 a Dalian)

diventando il DA TU DI (discepolo più anziano) e successore di Lin Jing Shan e Yang Wei Xin.

Dal 1930 al 1938 la scuola di Hu Rong Fu divenne famosa e apprezzata in tutta la Cina, generando grandi campioni e maestri come LI HUI TANG, WANG QING GANG, LI DUAN NIAN, HU CHUN YI, HU DONG MIN e LI SHI JIN.

Jpeg

1904 – HU YONG FU – FAN XU DONG – XIAO SHU BIN.

Scuola di Hu Rong Fu nel 1924

Scuola di Hu Rong Fu nel 1924

Scuola di Hu Rong Fu nel 1936

Scuola di Hu Rong Fu nel 1936

LI ZHAN YUAN (1901/1992) SETTIMA GENERAZIONE

noto anche come Li Hui Tang

Li Zhan Yuan

Li Zhan Yuan

LI ZHAN YUAN naque nel 1901 (secondo altri nel 1900) a Lai Xi vicino Jimo nella regione dello Shandong. A 5 anni di età iniziò lo studio delle arti marziali con suo padre LI TONG ( 1841-1930) esperto di HU DIE QUAN (Boxe della Farfalla) e di SHAO ZI GUN (Bastone a punta) dal 1905 al 1911. Nel 1910 con suo padre si trasferì a Dalian nella regione Liaoning,

Lì nel 1913 all’età di 12 anni cominciò a studiare QI XING TANG LANG QUAN con il G.M. YANG WEI XIN (1880-1966) e poi con il suo discepolo più avanzato G.M. XIAO SHU BIN (1887-1967) fino al 1921. Nel 1922 conobbe il G.M. HU RONG FU (1887-1973) con il quale studiò fino al 1939 instaurando un rapporto Padre-Figlio, collaborando nell’insegnamento e gestione della scuola. Il G.M. Hu Rong Fu (Hu Yong Fu) era il DA TUDI (discepolo più avanzato ed esperto) del G.M. LIN JING SHAN 1885-1971.

 Il G.M. LI ZHAN YUAN dal 1913 al 1940, oltre alla boxe della mantide religiosa sette stelle, studiò anche lo Shaolin Quan antico, patrimonio del G.M. WANG RONG SHENG 1828-1920 che trasmise al suo successore FAN XU DONG 1830-1925 il quale lo insegnò a YANG WEI XIN, LIN JING SHAN, LUO GUANG YU (1887-1944) e WANG CHUAN YI (1900-1972).

Scuola Qingdao LiZhanYuan

Seduto al centro Hu Dong Min (nipote di Hu Yong Fu), alla sua destra Li Zhan Yuan con alla destra Hu Yong Fu.

Dal 1910 al 1940 a Dalian il QI XING TANG LANG QUAN divenne famoso e diffuso.

Grazie alle varie gare di combattimento che Li Zhan Yuan, Xiao Shu Bin e Yang Wei Xin sostennero senza mai essere battuti, aprirono nella stessa città ben 5 scuole, gestite da HU RONG FU, YANG WEI XIN, XIAO SHU BIN, LI ZHAN YUAN e poi anche da WANG CHUAN YI dalla fine degli anni Quaranta al 1965 .

 Hu Rong Fu (a sinistra) e Li Zhan Yuan (a destra)

Hu Rong Fu (a sinistra) e Li Zhan Yuan (a destra)

Nel 1930 LI ZHAN YUAN si sposò e cominciò una vita agiata , dedita all’insegnamento delle arti marziali e allo studio della Medicina Cinese, Erboristeria, Osteopatia, Calligrafia e Storia. Non ebbe figli e dedicò la sua vita a formare e istruire i figli degli amici.

Nel 1940, durante la sua permanenza a Dalien, cittadina che si trova ai confini della Corea, di fronte allo Shandong nella costa opposta divisa dal mare giallo, accadde un fatto spiacevole che doveva cambiare completamente il corso della sua vita.

All’epoca Dalien era occupata dai giapponesi che sovente si prendevano gioco della popolazione cinese soprattutto quando si trattava di arti marziali. In una spiacevole situazione dove soldati giapponesi picchiavano un civile cinese il maestro Li insieme al suo maestro Yang Wei Xing intervennero e uccisero il primo due soldati e il secondo tre: il primo con un PI CHUI (pugno che spacca) in testa, il secondo con KAN ZHANG (palmo che taglia) alla gola e il terzo con un LIAO YIN JIAO (calcio ai testicoli). Yang Wei Xing fu arrestato e messo in carcere e solo dopo vari anni ebbe la possibilità di uscire, ma dovette rifugiarsi a Shangai. Il Maestro Li invece fu costretto a scappare in quanto condannato a morte dai soldati giapponesi. Così il G.M. LI ZHAN YUAN cambiò nome in LI HUI TANG e scappò a Qingdao (allora occupata dai tedeschi), dove poco dopo aprì un’altra scuola insieme al figlio di HU RONG FU, il maestro HU DONG MING, nel quartiere Taidong. Ebbe modo di riprendere il proprio nome solo dopo che l’occupazione era terminata.

Comunque i suoi allievi ancora oggi asseriscono che il Maestro Li non ha mai lavorato nei campi anzi continuò a insegnare segretamente le arti marziali, e non solo, erano suoi allievi anche membri della guardia nazionale, ci sono delle foto che testimoniano l’amicizia del Zhan Yuan con i militari cinesi. Infatti, quando si tornò alla normalità il Maestro Li era molto accreditato negli ambienti militari Cinesi, proprio perché molti di loro erano diventati suoi allievi. Non solo, il fatto che aveva difeso un civile cinese dalla guardia giapponese fece di lui un uomo ancor più stimato e ben voluto da tutto l’esercito della Cina.

Dal 1941 al 1980, LI ZHAN YUAN studiò anche TAI JI QUAN, XING YI QUAN e BA GUA ZHANG diventando esperto maestro anche negli stili interni. A Qingdao egli ebbe moltissimi allievi i quali diventarono famosi vincendo molte competizioni i suoi allievi più famosi furono: XIE EN LI, ZHUANG JUN YI, LIU CHONG XI, GAO SHU SHENG, ZHANG WEN DONG, JI XUE GONG, QIU FANG JIAN, CHU XUE LING, CHU XUE LI, QIN GUI HUA, KANG ZI QIANG e CHEN LE PING.

shiyelizhanyuaneshifuchenleping

Maestro Li Zhan Yuan e Maestro Chen Le Ping

Come i loro antenati Wang Yong Chun (mantide Sette Stelle), Song Zi De (Mantide Taiji) e Jian Hualong (Mantide Mei Hua) erano tra loro coetanei, anche Li Zhan Yuan (Sette Stelle) era amico intimo e si allenava insieme, scambiandosi opinioni con Hao Hen Lu e suo figlio Hao Bin (mantide Mei Hua); Hao Hen Lu non è altro che il figlio di Hao Lian Ru allievo di Jiang Hualong. Inoltre, con loro si allenava anche Wang Yu Shan (mantide Taiji) figlio di Song Zi De. Vedete che le famiglie continuano anche oggi il loro contatto.

Nel 1965 il Gran Maestro LIN JING SHAN gli andò a far visita restando con lui più di un mese, insieme, Lin Jing Shan, Hu Rong Fu e Li Zhan Yuan rielaborarono e migliorarono lo stile, prima di ritornare a Lai Yang,

In altre parole, i 5 libri diretti che provenivano dalla quarta generazione di Fan Xu Dong furono ritrascritti da Li Zhan Yuan, dettati interamente da Lin Jin Shan (quinta generazione).In più Furono scritti altri cinque libri (ecco perché questa generazione ha un patrimonio nettamente superiore alle altre) che riportano fedelmente tutte le conoscenze Li Jing Shan colui che realmente ereditò la scuola di Fan Xu Dong.

Questi libri contengono:

  • tutte le forme Shaolin che anticamente si facevano a Honan
  • le sette forme del gibbone che mai erano state trascritte da Fan Xu Dong.

Davanti a HU RONG FU e altri maestri riconobbe in LI ZHAN YUAN la persona che meglio aveva sviluppato e preservato il QI XING TANG LANG QUAN.

Li Zhan Yuan con l'Abate del tempio Kuang Chuan Xiu

Li Zhan Yuan con l’Abate del tempio Kuang Chuan Xiu

Lin Jing Shan morì qualche anno più tardi nel 1971 all’età di 86 anni e subito dopo anche Hu Rong Fu morì nel 1973 all’età di 85 anni. Erano quasi coetanei. Ecco perché, possiamo affermare che Li Zhan Yuan Maestro della settima generazione del Qi Xing Tang Lang Quan in realtà ha ricevuto il materiale di studio direttamente dalla quarta generazione, quella di Fan Xu Dong.

Ereditati i libri dopo la morte dei suoi maestri, Li Zhan Yuan li consegnò a Chen le Ping nel 1985 e questi a sua volta a Angelo D’aria nel 2005.

Dal 1966 al 1975 durante la Rivoluzione Culturale Cinese sotto il governo di MAO ZE DONG, tutte le scuole di arti marziali vennero chiuse e il maestro LI ZHAN YUAN venne confinato al suo paese natale LAIXI. Per poter continuare nella sua opera, egli accetto molti soldati come allievi.

Dal 1980 al 1988 insegnò TAI JI QUAN, XING YI QUAN e QI XING TANG LANG QUAN ai monaci Taoisti del monastero TAI QING GONG, instaurando un rapporto di fratellanza con l’Abate del monastero.

LiZhaiYuan+Abate1

Dal 1985 al 1991 insegnò ai monaci Shaolin di SongShan, lo Shaolin Quan Antico e il QI XING TANG LANG QUAN. Nel monastero viene nominato Gran Maestro e cavaliere Sujia (laico discepolo) con il nome di SU LIN DASHI (gran maestro Su Lin), Vice Segretario del tempio shaolin, capo allenatori del tempio shaolin e Consulente dell’istituto di ricerca del Autentico ShaoLin Quan. I monaci per riconoscimento del grande valore del maestro e la sua Arte, assegnano la definizione JINGANG (diamante) al suo QI XING TANG LANG QUAN, cosi da quel momento l’arte di LI ZHAN YUAN prende il nome (definizione) SHAOLIN JINGANG QI XING TANG LANG QUAN ( boxe della mantide religiosa 7 stelle di diamante shaolin).

Le forme tradizionali che LI ZHAN YUAN riportò a Shaolin nel modo come lui le aveva apprese sono 15:

Li Zhan Yuan con la spada (jian)

Li Zhan Yuan con la spada (jian)

1. XIAO FAN CHE – boxe piccoli vortici

2. DA FAN CHE – boxe grandi vortici

3. DA HU YAN – la grande tigre e l’oca

4. XIAO HU YAN – la piccola tigre e l’oca

5. JIE QUAN – pugno a catena

6. SI LU BEN DA – colpire nelle 4 direzioni e scappare, ritirarsi

7. HEI HU JIAO CHA – boxe che incrocia la tigre nera

8. SHI LU TAN TUI – le dieci forme delle gambe a molla. È in realtà una sola forma composta da dieci linee, ognuna delle quali studia una tecnica ben precisa.

9. CHA CHUI – entrare martellando

10. LIAN PU CHUAN – boxe che studia i passi

11. PAO CHUI – pugno a cannone

12. XIAO HONG SHOU – piccola mano rossa

13. DA HONG SHOU – grande mano rossa

14. XIAO MEI HUA SHOU – piccola mano del fior di prugno

15. DA MEI HUA SHOU – grande mano del fior di prugno

Le prime 11 sono Shaolin ma con un ritorno tecnico nel tang lang. Le ultime 4 sono solo Shaolin.

Li Zhan Yuan ha insegnato a migliaia di operatori del settore e formato molti grandi artisti marziali. Sicuramente il più conosciuto è JET LI, in Cina conosciuto come LIAN JIE LI. Jet Li si recò dal Maestro Li per addestrarsi nel Tang Lang e nello Shaolin; uno dei migliori allievi di Li QIU FANG JIAN si prese cura notevolmente di colui che sarebbe diventato una delle più grandi stelle del cinema di arti marziali. Il Maestro Li era molto vecchio e delegò Qiu a questo compito.

Nel 1984 scrisse due libri che poi rese pubblici, uno sulla Boxe Mantide Religiosa Sette Stelle e il secondo sulla spada del Tang Lang Quan.

Il primo contiene la teoria, la storia, le tecniche fondamentali di formazione e alcune forme del Qi Xing Tang Lang Quan, come Cha Chui, Beng Bu, Bai Yuan Chu Dong, Bai Yuan Tou Tao e le Zhai yao Quan. Il libro trattava anche di Taiji Quan. Ne sono state stampate solo 100 copie ed oggi è quasi introvabile.

Nel 1988 l’Associazione Governativa delle arti marziali cinesi, nominò il Gran Maestro LI ZHAN YUAN TESORO NAZIONALE VIVENTE per le arti marziali cinesi e la cultura marziale.

Nel 1991 a novanta anni di età si fa filmare mentre esegue la forma BAI YUAN TOU TAO (il gibbone bianco ruba la pesca).

Nel 1992 il G.M. LI ZHAN YUAN si spense e lascio a noi la sua missione. Tutti gli allievi del Gran Maestro LI, anche i più anziani, riconobbero e riconoscono tutt’oggi Chen Le Ping come Presidente della QINGDAO QI XING TANG LANG QUAN COMMITTEE e Successore del G.M. LI ZHAN YUAN.

CHEN LE PING (1955) OTTAVA GENERAZIONE

Chen Le Ping 1975

Chen Le Ping 1975

Nasce a Qingdao, nella regione cinese dello Shandong. Inizia la sua formazione sin dall’età di 6 anni con il padre adottivo Li Zhan Yuan e da ragazzo conquista brillanti risultati nel Sanda (combattinento sportivo). Da adulto, continua a studiare e a fare ricerca sulla sua Arte di famiglia.“la cosa che mi diceva mio padre era che il tang lang quan non è solo combattimento, sanda, ma ci sono le strategie, la teoria, i principi tecnici, e quindi è bene curare anche aspetti più significativi, come: l’Arte, la Cultura, la Tradizione, l’Osteopatia, la Fisioterapia e la Fitoterapia”

Nel 1985, si reca insieme al padre a Shaolin a insegnare l’arte di famiglia ai monaci del tempio.

Si reca settimanalmente a Laoshan, nell’antico tempio in cui il Tang Lang è nato e la sua scuola è sicuramente tra le più quotate.

Lui e i suoi allievi hanno vinto praticamente tutto quello che c’era da vincere in competizioni sia nazionali che internazionali.

E’ stato Direttore Tecnico della CHINA QINGDAO MARTIAL ARTS SPORTS ASSOCIATION e della CHINA LAOSHAN PRAYING MANTIS BOXING RESEARCH INSTITUTE.

Attualmente è Presidente del Comitato della Boxe della Mantide Religiosa Sette Stelle di Qingdao e del QI XING WU SHU JU LE BU (CLUB DELL’ ARTE MARZIALE 7 STELLE) di cui il Maestro Angelo D’Aria è Vice Presidente.

Nel 1999 è stato in Italia ad insegnare ed aprire una sua scuola di rappresentanza tramite il suo discepolo Angelo D’Aria, suo unico rappresentante in Europa, al quale ha trasmesso tutti i segreti dell’Arte assieme ai dieci libri di famiglia.

FotoGruppoMaestri

ChenLePing+LinDongZhu+ZhongLianBao

angelo e chen leping in BU CHAN

Maestro Chen Le Ping e Maestro Angelo D’Aria in posizione Tang Lang Bu Chan

Be Sociable, Share!